martedì 23 luglio 2013

HUNGER GAMES "CATCHING FIRE"

Ciao a tutti! Finalmente il trailer del film relativo al secondo capitolo della splendida trilogia "THE HUNGER GAMES" di Suzanne Collins e' stato rilasciato. Il seguito della saga portera' il nome del libro "CATCHING FIRE" o, se volete, in italiano "LA RAGAZZA DI FUOCO"! L'uscita del film nelle sale sara' il 22 novembre prossimo negli Stati Uniti, speriamo presto anche nelle nostre sale! Per ora vi lascio con il trailer ufficiale che, molto probabilmente, molti di voi avranno gia' avuto l'occasione di vedere su YouTube. Chi, invece, non ne avesse avuto ancora l'opportunita', beh, eccolo qua! Se state leggendo questo post con un dispositivo come iPhone o iPad, clikkate qui per essere direttamente rimandati al video! Buona Visione!


Sono piu' che sicuro che vi fara' saltare dalla sedia perche' si preannuncia migliore del primo film dedicato alla trasposizione cinematografica del libro della Collins... Fatemi sapere le vostre impressioni!

Ciao!

lunedì 22 luglio 2013

AUDIOBOOK

Piccola novità di oggi nel blog è la sezione dedicata agli audiobook. Finalmente sono riuscito a passare oltre le mie perplessita' a riguardo e ho deciso di scaricare sul mio iPad tre audiobook. Ho preso questa decisione in vista del mio viaggio che avrebbe incluso ore e ore di aereo piu' due ore circa di macchina per arrivare dove mi trovo ora. Per ora ho iniziato ad ascoltarne solo uno e sono quasi arrivato alla fine. L'esperimento e' riuscito in pieno. Non avrei mai immaginato che mi piacesse cosi' tanto. Ottima compagnia in macchina e specialmente fantastico modo di trascorrere ore altrimenti passate ad ascoltare musica. L'audiobook che sto ascoltando risale all'ottobre del 2004 scritto da Ellen Degeneres con il titolo: "The Funny Thing Is...". Un libro leggere e spiritoso, che non comporta un'attenzione particolare. Anche gli altri due rimanenti audiobook, sono piu' o meno dello stesso tipo, entrambi di Joan Rivers, altra famosissima commediante americana che ha 'fatto' la storia della televisione a stelle e strisce. Ho voluto iniziare questa mia avventura nel mondo degli audiolibri con qualcosa di non impegnativo, qualcosa di leggero. Ho deciso di pensarla in questo modo: partire con la semplicita', valutarne i risultati e poi provare qualcosa di maggior spessore narrativo. E voi? cosa ne pensate? Siete gia' grandi utilizzatori di audiobook? Quali sono le vostre letture-ascolto? Quando ascoltate un audiobook? Mi farebbe piacere sapere le vostre esperienze a riguardo.  
Avrei qualche considerazione da fare per quanto riguarda il prezzo. Trovo leggermente esagerato il loro costo. Capisco che ci vuole uno studio, gli esperti del suono, l'interprete e... molte bottiglie d'acqua (eh eh), ma penso comunque che il tutto non giustifichi ugualmente il valore del prodotto finito. Questi audiobook li ho acquistati nell'iTune Store ad un prezzo ragionevole ma se provate a dare un'occhiata al prezzo del formato in CD beh, capirete cosa intendo. Fortunatamente oggigiorno quasi tutte le macchine hanno un ingresso USB e cosi' molti stereo, altrimenti, non sarebbe possibile optare per il solo formato digitale del prodotto. Per ora la cosa mi sta piacendo e non e' detto che in futuro mi fermero' a questi tre, anzi, penso che migliorero' la mia esperienza a riguardo. Vi terro' informati e vi faro' sapere le mie impressioni. Nel caso in cui vogliate controllare cosa sto ascoltando, vi bastera' controllare nella colonna di destra di questo blog sotto la dicitura "Audiobook..." 
Ciao a tutti! In questo momento mi trovo in South Carolina sotto una pioggia di tipo torrenziale che non accenna a smettere. C'e' un piccolo fiume che scorre lungo due lati della casa dove sono ospite e il suo livello sembra crescere sempre piu'. Inoltre, un messaggio di allerta inondazione sul cellulare di una delle persone che sono qui con me non porta certo tranquillita', ma sono sicuro che questa zona in particolare difficilmente verra' raggiunta dal possibile straripamento del lago qui vicino. L'umidita' esterna, come se non bastasse, invita a rimanere in casa a godere dell'aria condizionata e vi devo ammettere che invoglia la lettura. Uno dei libri che ho portato con me in viaggio e' il fenomenale romanzo di Ransom Riggs ( che per una strana coincidenza e' anche il nome della strada dove mi trovo ) dal titolo "Miss Peregrine's home for peculiar children" edito da Quirk Books. La versione che ho tra le mani e' la versione "brossura" in lingua inglese. Ultimamente apprezzo molto di piu' leggere, per quanto mi sia possibile, le versioni in lingua originale in quanto ritengo che molte volte le traduzioni possano rovinare la scrittura dell'autore. Oltretutto, le versioni in lingua originale possono essere acquistate prima dell'uscita in lingua italiana e, il piu' delle volte, a prezzi molto vantaggiosi! Per quanto riguarda il romanzo: semplicemente amore alle prime pagine. Una scrittura ed una storia talmente coinvolgente che diventa difficile appoggiare il libro sul comodino e dover aspettare il giorno successivo per riprendere la lettura. Il sedicenne Jacob, questo il nome del protagonista di questa incredibile storia-avventura, sin dalle prime pagine vi conquistera' come pochi personaggi hanno fatto in precedenza. Leggere per credere. Appena terminato, penso nel giro di due giorni,  preparero' una recensione. Nel frattempo, se qualcuno di voi l'avesse letto, vi prego di farmi sapere cosa ne pensate, vi e' piaciuto? Lo state gia' consigliando a parenti e amici? Come lo avete scoperto?
Altro libro che ho appena terminato di leggere, divorato mentre bevevo il caffe' quest'oggi, subito dopo pranzo, e' un saggio/manuale d'istruzioni per aspiranti scrittori o comunque principianti della parola scritta. Il titolo e' "Sono uno scrittore, ma nessuno mi crede" con sottotitolo "consigli per scrivere un bel romanzo e conquistare un editore" edito da Zandegu' e scritto da Silvia Pillin. Inizio subito con il dire che non sono uno scrittore e non penso che lo diventero' mai ma essendo un lettore per passione e avendo un blog che parla di libri, voi capite che l'argomento puo' essere alquanto interessante. La Pillin in questo "Manuale" scrive con una sincerita' quasi aliena, dando consigli utili e molto pratici per aspiranti scrittori che hanno intenzione di veder pubblicato un giorno uno dei loro libri. Come vi dicevo l'ho appena terminato e quindi devo rifletterci ancora un po' prima di parlarvene in modo piu' dettagliato. Inoltre mi ha dato l'idea per una possibile mini rubrica futura con tematica la scrittura. Attivita' che mi ha sempre affascinato. Ftemi quindi riordinare le idee, impresa non facile, e poi cerchero' di ricavarne qualcosa di utile per voi da leggere. Nel frattempo ve lo consiglio vivamente, andate su Amazon e scaricatevi la versione ebook a poco piu' di quattro Euro! Scusatemi per i vari accenti sbagliati ma in questi giorni utilizzo un laptop con la tastiera americana. Potrei inserire la tastiera italiana ma... la pigrizia a volte vince su tutto! ;-)

giovedì 11 luglio 2013

Recensione: "Sparire" di Fabio Viola

Ho comprato questo libro per caso. L'ho notato tra gli scaffali della libreria Mondadori di Milano, mentre facevo il mio solito giretto per dare un'occhiatina alle novità di quel periodo. Credo che fosse lo scorso Aprile, ma potrei anche sbagliarmi. Solitamente acquisto in libreria solo libri che veramente mi ispirano o dei quali ho sentito parlare in modo veramente positivo, altrimenti preferisco la scelta dei negozi on-line per risparmiare un po'. Prima di sedermi in poltrona e iniziare a leggere il romanzo, sono andato sul web a cercare qualche informazione in più sul suo autore, visto che era la prima volta che sentivo il suo nome. Mi è sempre piaciuto conoscere qualcosa in più degli scrittori dei romanzi che leggo, mi bastano giusto quelle due o tre righe in aggiunta alle note descrittive in quarta di copertina. Veniamo al romanzo ora, cercherò qui di seguito di mantenere una descrizione della storia senza dirvi troppo, senza entrare nei particolari. Vedrete che quando inizierete a leggere questo libro non riuscirete a smettere, girerete pagina dopo pagina fino ad arrivare all'ultima! Dopo averlo letto, fatemi sapere se ho ragione o no...
Ennio, il protagonista del racconto, si trova in Giappone. Da li a pochi minuti inizierà un colloquio di lavoro per cercare di ottenere un posto da insegnante di lingua italiana, in una delle scuole "on-line" più famose del paese. Ennio è un ragazzo che in vita sua non ha mai desiderato di lavorare o anche solo di cercarsi uno straccio di lavoro. Forse questo è il risultato del fatto che viene da una famiglia benestante che non gli ha mai chiesto di fare nulla. Ha sempre avuto quel che voleva. Nessuno sforzo. Elisa, la sua ex ragazza insegnava nello stesso istituto, prima che facesse perdere le sue tracce, sparendo nel nulla. Ennio non cerca quindi un lavoro ma vuole entrare nell'organico dell'istituto per riuscire a raccogliere il più alto numero di informazioni per scoprire dove Elisa fosse finita. Ecco il vero motivo del suo viaggio: Elisa era sparita e lui voleva assolutamente ritrovarla. Una volta ottenuto il posto, Ennio, si ritrova ad interagire con i vari personaggi che, come lui, insegnano la loro lingua madre a studenti giapponesi, sparsi nel paese, attraverso uno schermo ed un microfono. Ricoprirà il posto che fino a poco tempo prima era proprio quello della sua ex ragazza.  Theresa e Gerald, prenderanno parte nella sua vita creando una sorta di peculiare amicizia con entrambi. Durante le sue ricerche, molti insegnanti della scuola, inizieranno a "sparire" senza lasciare traccia, con il risultato di una sospetta mancanza di preoccupazione da parte della scuola stessa. Ennio comincerà a mentire ai genitori di Elisa, ansiosi di avere notizie della figlia, alla polizia, sulle sue tracce e anche ai suoi nuovi "amici" non fidandosi completamente di loro. Sullo sfondo un Giappone che l'autore sembra conoscere molto bene. Siamo in un periodo passato non molto lontano il 2011, dove un violento terremoto e lo tsunami scaturitone, portano devastazioni e disperazione in tutto il paese, senza contare la minaccia delle radiazioni a seguito del danno causato alla centrale nucleare di Fukushima. Questo e' il periodo storico che l'autore ha utilizzato per ambientare la sua storia, portando alla luce la vera natura dei suoi protagonisti. Molte occasioni si presenteranno sulla loro strada, situazioni apparentemente casuali che li porteranno sul loro vero cammino, rendendo giustizia ad un destino gia' segnato per ognuno di loro.
Ho apprezzato molto la scrittura di Fabio Viola, pulita e scorrevole. I suoi "attori" hanno trovato un giusto equilibrio all'interno della storia, portando il lettore a riconoscersi in molti dei loro comportamenti rendendoli reali e mai esagerati, come spesso accade. L'atmosfera creata, ci porta tutti in Giappone, rendendoci curiosi di poterlo scoprire piu' a fondo. Spero che presto Viola possa regalarci altre storie cosi' ben scritte come quella di cui vi ho appena parlato.
Un romanzo dolce-amaro che porta a riflettere su noi stessi e sulle persone che vorremmo diventare, sul nostro impegno nel ritardare il confronto con le nostre paure, impedendoci di essere completamente felici, accontentandoci di un fittizio e precario stato di benessere.

Titolo: "SPARIRE"
Uscita: 17 aprile 2013
Autore: Fabio Viola
Editore: Marsilio
Collana: Romanzi e Racconti
Pagine: 283
Prezzo:  amazon.it/inmondadori.it €14,88 (rilegato), lafeltrinelli.it €14,87 (rilegato) e in versione e-book a €11,99

venerdì 5 luglio 2013

Vincitore Premio Strega 2013


Come avevo promesso, eccomi qui per aggiornarvi sul risultato dell'importante serata che si è svolta ieri a Villa Giulia a Roma. Walter Siti con il suo "Resistere non serve a niente", edito da Rizzoli, con ben 160 voti su 460. Qui potrete trovare il video dell'intervista fatta da Fabio Fazio all'autore a "Che Tempo Che Fa". Questo romanzo non ho ancora avuto l'occasione di leggerlo ma si è aggiunto alla mia lista dei desideri. Subito dopo di lui si sono "piazzati", con o senza polemiche, gli altri finalisti così come segue:

  • Alessandro Perissinotto "Le colpe dei padri"
  • Paolo Di Paolo "Mandami tanta vita"
  • Romana Petri "Figli dello stesso padre"
  • Simona Sparaco "Nessuno sa di noi"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...